Time Management 2

Come gestire meglio il proprio tempo e quello degli altri?

Quante volte ci siamo fatti questa domanda?

Per raggiungere i nostri obiettivi, personali ed aziendali, qual’e’ il modo migliore per definire le priorita’ anche in prevenzione di eventuali imprevisti?

La dimensione tempo e un fattore di eccellenza in una gestione manageriale efficiente ed efficace. Seguite il webinar per apprendere i concetti fondamentali.

 

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Maria Carla Lombardi.
  Laureata in Economia e Commercio, Master in Comunicazione Aziendale e Pubbliche Relazioni presso l’Istituto Superiore di Comunicazione, corso Executive presso la SDA Bocconi su Personale e Organizzazione, vanta un’esperienza pluriennale in società internazionali di Head Hunting quotate in borsa al Nasdaq (Boyden International ed Heidrick & Struggles). Ha seguito un percorso di consulenza organizzativa e gestionale, selezione, valutazione e assessment di risorse umane per poi intraprendere un’approfondimento nell’area della formazione manageriale. Ha collaborato a progetti internazionali e locali su aziende di grandi, piccole e medie dimensioni.

Durata: 58 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

POTENZIARE LA PROPRIA PROFESSIONALITÀ
di Gian Carlo Manzoni – Loris De Martin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: counseling, coaching, empowerment, sviluppo professionale, marketing di sè stessi, networking
Scopri di più

Progetti e gestione dei rischi

L’esercizio di una attività economica si caratterizza più che in passato per la maggiore imprevedibilità e per l’impatto che questa ha sui progetti aziendali. In una parola, sono aumentati i rischi. Spesso la tendenza è quella di sottostimarne l’impatto, arrivando alle volte addirittura a ingnorarne volutamente i possibili effetti.

Perché quindi è importante gestire i rischi? Come possiamo gestirli in modo efficace? Quando occorre gestirli? I rischi sono sempre da evitare? Quali politiche di risk management adottare?

Nel corso del seminario si cercherà di dare una risposta pratica a queste domande, fornendo le indicazioni per affrontare e gestire correttamente i rischi presenti nei progetti aziendali.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Marco Re.
Ingegnere delle tecnologie industriali, esperto di project management e business development a livello internazionale, è consulente e formatore su tematiche avanzate di project management e organizzazione dei processi aziendali. E’ PRINCE2 Registered Practitioner certificato presso University of Glamorgan (UK). Ha partecipato allo sviluppo di alcune start-up d’impresa in ambito tecnologico e collabora in operazioni di venture capital e private equity, svolgendo interventi di supporto alla definizione di processi aziendali e di business plan. E’ partner  econsultant.

Durata: 79 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

PERFORMANCE E SAVING IN PRODUZIONE
di Gian Carlo Manzoni – Luca De Benedetti
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: gestione della produzione, housekeeping, gestione della sicurezza, coaching e counseling, savings ed efficienza interna
Scopri di più

Sviluppo esperienziale attivo

L’active experiential learning & development è un metodo che, si sviluppa il più possibile all’esterno, in un “natural setting” ed è connotato per la forte componente esperienziale.

Produce nei partecipanti una intense experience, proprio grazie a una modalità che maggiormente rispetta la neuropsicologia individuale e collettiva e che inoltre stimola l’apprendimento dall’esperienza.

Il partecipante viene sollecitato ad apprendere e cambiare attraverso sfide, riflessioni sugli avvenimenti e implementazioni di nuovi schemi comportamentali.

Permette di trasferire le conoscenze e l’esperienza acquisite durante il workshop nell’esperienza organizzativa e nell’ambito lavorativo.

La metodologia dell’active experiential learning & development consiste nel portare i partecipanti “fuori” dalla realtà quotidiana, proponendo una serie di attività che conducono a pensare e ad agire uscendo dagli abituali schemi mentali.
I partecipanti messi di fronte ad attività, prove, simulazioni, rischi e situazioni nuove che metaforicamente riproducono azioni e processi aziendali, acquisiranno consapevolezza e nuove abilità da trasportare successivamente nell’ambiente professionale.

La concettualizzazione della consapevolezza e delle abilità è garantita al termine di ogni sessione operativa durante momenti di rielaborazione e di riflessione collettiva (reviewing) e consente di creare collegamenti logici e strategici tra l’esperienza e il contesto professionale e privato.

L’obiettivo di un tale modello di formazione ad alto coinvolgimento psicofisico è quello di abbattere le barriere della diffidenza che può essersi radicata tra i colleghi, mettendoli in condizione di aver bisogno gli uni degli altri, di responsabilizzarsi a livello personale, di pensare insieme agli altri. Inoltre, in un mondo in continua trasformazione, le organizzazioni vivono spesso gli stessi problemi: gestione del talento e del rinnovamento, miglioramento dell’efficacia, della qualità del servizio, della centralità del cliente esterno e interno; la cui soluzione è nel cambiamento del modo di lavorare e di osservare dei collaboratori e nell’innovazione.

La formazione esperienziale attiva, dando la possibilità di fare realmente cose nuove, permette di comprendere l’importanza di tale cambiamento e della sua necessità al fine di ottenere un sostanziale miglioramento organizzativo.

I contenuti di una metodologia formativa quale l’active experiential learning & development sono pertanto rivolti all’apprendimento delle seguenti tematiche:

  • Migliorare processi di teamwork: presa di coscienza e gestione del cambiamento, leadership, partnership, problem solving, feedback, teambuilding, comunicazione, presa di decisione.
  • Sviluppare abilità relative all’orientamento alla relazione: attenzione agli altri, riconoscimento bisogni altrui, ascolto, stabilire rapporti significativi, risoluzione dei conflitti, cooperazione, fiducia in sé e negli altri.
  • Project work: conoscenza e utilizzo delle risorse, capacità organizzative, fissare e programmare obiettivi, pianificazione, valutazione risultati, superamento convinzioni limitanti.
  • Produzione creativa di idee, aumento coesione gruppi e senso di appartenenza all’organizzazione.
  • Divertendosi seriamente consente di ottenere di più e più in fretta grazie a un diffuso equilibrio sistematico

L’active experiential learning & Development ha una straordinaria efficacia proprio perché si basa sull’azione quale metodo di apprendimento, riferendosi al modello teorico del ciclo dell’apprendimento esperienziale di D.A. Kolb: azione – riflessione – concettualizzazione – trasferimento.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Jacopo Nicelli.
 Management consultant di econsultant. E’ consulente e formatore internazionale di sistemi organizzativi e risorse umane con più di venti anni di esperienza. Membro dell’associazione internazionale dei consulenti esperienziali EEEurope. Esperto di metodi esperienziali e di metodiche visive per favorire l’apprendimento e lo sviluppo del potenziale di individui, team e organizzazioni.

Durata: 65 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

IL MANAGER DEL CAMBIAMENTO
di Gian Carlo Manzoni – Luca Marcolin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 176 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2008
Numero dell’edizione 1
Argomento: counseling, facilitazione, leadership, teambuilding
Scopri di più

Selezione del Personale

La responsabilità della scelta e della valutazione di un collaboratore non grava solo sulla Direzione Risorse Umane; spesso infatti i manager e/o i consulenti esterni sono attivamente coinvolti e devono partecipare alla decisione finale.

Tutti noi, in azienda e nella vita, operiamo delle scelte relazionali, “selezionando” amici, colleghi e interlocutori in generale. Ogni scelta viene guidata da fattori intellettivi e comportamentali di attrazione, a volte consapevolmente, altre in maniera totalmente istintiva. In azienda le scelte non sono solo un evento personale ma coinvolgono tutta la struttura. Devono quindi venir prese con tecniche specifiche, in modo strutturato e “socialmente condiviso”. Per questo dobbiamo costruire un sistema di massima efficienza ed efficacia, che ci consenta di operare la scelta giusta per la posizione, l’organizzazione e gli sviluppi in essere e in divenire.

Non esiste il candidato ideale per eccellenza, ogni ruolo richiede caratteristiche e competenze diverse a seconda dell’ambiente in cui viene a trovarsi. Non dobbiamo dimenticarci poi il budget di riferimento; selezioni di eccellenza possono essere fatte anche a costi limitati, ma bisogna saper riconoscere gli elementi imprescindibili e dargli il giusto indirizzo. Da sottolineare poi che ogni “selezione” è una forma di comunicazione, che invierà all’esterno messaggi su di noi e sull’organizzazione a cui apparteniamo; anche per questo deve essere condotta con professionalità.

All’interno del workshop saranno affrontati questi e altri temi, per costruire percorsi guidati di facile accesso sia per i professionisti del settore sia per tutti coloro che puntualmente devono selezionare e valutare i proprio collaboratori.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Maria Carla Lombardi.
  Laureata in Economia e Commercio, Master in Comunicazione Aziendale e Pubbliche Relazioni presso l’Istituto Superiore di Comunicazione, corso Executive presso la SDA Bocconi su Personale e Organizzazione, vanta un’esperienza pluriennale in società internazionali di Head Hunting quotate in borsa al Nasdaq (Boyden International ed Heidrick & Struggles). Ha seguito un percorso di consulenza organizzativa e gestionale, selezione, valutazione e assessment di risorse umane per poi intraprendere un’approfondimento nell’area della formazione manageriale. Ha collaborato a progetti internazionali e locali su aziende di grandi, piccole e medie dimensioni.

Durata: 75 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

IL MANAGER DEL CAMBIAMENTO
di Gian Carlo Manzoni – Luca Marcolin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 176 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2008
Numero dell’edizione 1
Argomento: counseling, facilitazione, leadership, teambuilding
Scopri di più

Team ad alta produttivita’

Quali sono gli elementi essenziali di un gruppo e di un Team?

Come possiamo essere sia capaci di valutare l’efficacia dell’azione del Team stesso?

Queste sono le principali domande a cui dobbiamo rispondere .Il compito risulta non semplice perché ad ampio spettro e per farlo bene occorre anche dare una definizione a ciò realmente si vuole, osservare i processi svolti da ogni singolo componente o membro del gruppo e del team ed individuare le capacità che fanno la differenza. Pensiamo a Mourinho quando guidava l’Inter o a squadre come il Barcellona. Il primo consiglio è di trasmettere alla squadra l’ossessione di vincere. Il corso risponderà a queste domanda portando esempi significativi condotti in azienda e non solo, confrontando quali sono le condizioni obbligatorie per rendere tutto questo realizzabile.

Parlare di Team ad alta produttività in azienda e fuori (pensiamo a qualsiasi sport) è un tema molto importante perché si lega al coaching, al counseling ed alle capacità gestionale che bisogna avere. Parliamo dunque di alte prestazioni ed il corso vuole illustrare e far comprendere i passi giusti che servono per creare questo Team.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Gian Carlo Manzoni.
Ingegnere e formatore, Counselor aziendale, orientatore familiare ed esperto in Ipnosi Ericksoniana. Trainer di PNL certificato presso la NLP University di Robert Dilts in Santa Cruz (USA). Membro della Global NLP Training and Consulting Community. Partner di econsultant e responsabile dell’area manageriale. Si occupa di strategie di comunicazione, marketing dei media digitali, gestione delle risorse umane e lavora con alcune delle più grandi aziende italiane e straniere come formatore e consulente sui temi della comunicazione e formazione. Docente di “Pianificazione di Marketing” nel Master “Business Strategy & Competitive Technologies” presso l’Università degli studi di Bergamo.

Durata: 83 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

POTENZIARE LA PROPRIA PROFESSIONALITÀ
di Gian Carlo Manzoni – Loris De Martin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: counseling, coaching, empowerment, sviluppo professionale, marketing di sè stessi, networking
Scopri di più

Project Management

Tutti siamo coinvolti consapevolmente o inconsapevolmente a misurarci con progetti nella vita ed in azienda se pensiamo solamente che ogni nostra azione di miglioramento è realmente un progetto.
Non è quindi progetto solo una grande opera o un progetto di riorganizzazione della nostra azienda o del nostro reparto; nel nostro quotidiano un progetto può essere costruirsi una famiglia, trasferirsi in un’altra città, migliorare la nostra attività o cambiare il posto di lavoro.
Il progetto semplicemente si distingue dall’attività di routine perchè ha un output definito e degli obiettivi chiari e quantificabili in termini di tempi, costi e requisiti che vogliamo raggiungere; se un progetto è strutturato bene, tiene conto di risorse, tempi, criticità, tutto il lavoro che ne segue è più facile da gestire.
Un’opinione autorevole già tracciava quali sono i concetti importanti nella gestione dei progetti:

“Chi di voi volendo costruire una torre, non si siede prima a calcolarne la spesa, e se ha i mezzi per portarla a compimento? Se getta le fondamenta e poi non può finire il lavoro, chiunque comincerà a deriderlo, dicendo: “ Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”
Gesù di Nazareth, Vangelo di Luca

In particolare poi i progetti aziendali sono complicati dal fatto che coinvolgono numerosi attori e quindi numerosissimi canali di comunicazione e che sono interfunzionali, ossia il team è composto da persone appartenenti a funzioni diverse che non svolgono solo attività di progetto, ma anche le attività di routine assegnate dai loro responsabili funzionali.

A questo si aggiunge che i clienti delle aziende esprimono richieste sempre più esigenti e differenziate, la competizione è sempre più elevata e le innovazioni tecnologiche pervadono tutta la realtà industriale, cioè la capacità di gestire più progetti in contemporanea: è uno strumento vincente per permettere alle aziende di vincere le innumerevoli sfide del mercato attuale.

Il project manager, che è il responsabile del progetto oltre ad avere spiccate qualità di leadership efficace e di teambuilding, si trova quindi a negoziare l’impiego e l’assegnazione delle risorse necessarie a rispettare il programma temporale di progetto.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Alessandro Ventura
. Ingegnere Gestionale, consulente e formatore industriale nelle operations e in area di progetto impianti e soluzioni di miglioramento delle prestazioni in produzione manutentive..

Durata: 85 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

PERFORMANCE E SAVING IN PRODUZIONE
di Gian Carlo Manzoni – Luca De Benedetti
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: gestione della produzione, housekeeping, gestione della sicurezza, coaching e counseling, savings ed efficienza interna
Scopri di più

Problem Solving e Innovazione

Per sua natura il Problem Solving è un processo soggetto al “continuous learning”, quindi è un sistema aperto e soggetto a successive integrazioni basate su esperienze di successo.

Inoltre, la sua adozione a tutti i livelli aziendali, consentendo a tutti i collaboratori di parlare la stessa lingua basata su dati e fatti, costituisce di fatto un modo di delegare a livello operativo la responsabilità della soluzione dei problemi là dove nascono e dove esiste il know-how per risolverli correttamente, orientando il tutto verso un cambiamento futuro.

Il Problem Solving orientato all’innovazione deve essere uno strumento comune a molte realtà aziendali eccellenti, mentre si può differenziare nell’utilizzo dei vari strumenti in base alla tipologia di attività, alla politica e alla cultura aziendale.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Antonio Gallione.
Consulente e formatore econsultant in ambito Total Quality Management, sviluppo organizzativo e comunicazione, coaching. È master advanced in Programmazione Neurolinguistica. È counselor e tesoriere Aico (Associazione Italiana di Counseling).

Durata: 69 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

BENESSERE E CAMBIAMENTO IN AZIENDA
di Gian Carlo Manzoni – Loris De Martin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: benessere produttivo, facilitazione, cambiamento, flessibilità organizzativa
Scopri di più

Problem Solving

Quando le cose non vanno come vorremmo diciamo comunemente che abbiamo un problema.

In altre parole, i risultati delle nostre azioni hanno generato effetti diversi da quelli attesi e non ne siamo soddisfatti. In questo caso e, tecnicamente, si dice che lo stato desiderato è diverso da quello attuale. In molti aspetti della nostra vita i problemi vengono vissuti più o meno bene e “risolti” a partire da questa considerazione di base: l’obiettivo è quello di far si che lo stato presente (problematico) si trasformi nello stato desiderato (soddisfacente e atteso); maggiore è la precisione della descrizione dell’obiettivo è maggiore è la probabilità di risolvere il problema per il meglio.

Questo avviene tipicamente anche a livello dell’innovazione.

Mutuando una serie di ragionamenti dal problem solving aziendale, possiamo aggiungere che quando un processo non consegue i risultati desiderati occorre affrontare il problema con una serie di passi che consentano di passare all’azione, dopo aver identificato le cause a partire dai sintomi osservati. È chiaro che se la raccolta di informazioni iniziale non è sufficiente o mal diretta le nostre azioni non produrranno gli effetti desiderati.

Questi passi sono importanti per definire i passi dell’innovazione.

Ma nello specifico esiste un altro argomento importantissimo: nell’innovazione occorre anche l’aspetto fondamentale ed ispiratore, che risiede nel principio enunciato dalla neurolinguistica: “LA MAPPA NON È IL TERRITORIO” che tradotto in termini comuni significa che la rappresentazione della realtà non è la realtà: ogni organismo vivente o “parte” di esso acquisisce attraverso i sensi ciò che della realtà sembra essere significativo e su queste basi elabora la sua verità, il suo “vissuto” fisico e mentale. Da questa rivelazione, per certi versi sorprendente, emerge la conclusione paradossale che non esiste una realtà, ma tante rappresentazioni e interpretazioni di essa.

Il compito di chi si occupa di Problem Solving avanzato si fonda in buona parte proprio su queste considerazioni: alcune persone percepiscono con disagio queste differenze o non riescono ad ammettere addirittura l’esistenza di “verità” e “possibilità” diverse dalla propria.

L’attività di innovazione deve dunque condurre il cliente a fare un percorso di acquisizione e di conoscenza che gli consenta di ammettere, accogliere e accettare nuove realtà possibili.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Antonio Gallione.
Consulente e formatore econsultant in ambito Total Quality Management, sviluppo organizzativo e comunicazione, coaching. È master advanced in Programmazione Neurolinguistica. È counselor e tesoriere Aico (Associazione Italiana di Counseling).

Durata: 82 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

BENESSERE E CAMBIAMENTO IN AZIENDA
di Gian Carlo Manzoni – Loris De Martin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: benessere produttivo, facilitazione, cambiamento, flessibilità organizzativa
Scopri di più

Project Management e Cambiamento

Il project management  e il cambiamento aziendale sono assolutamente collegati.

Ci sono linee guida ed aspetti del project management che possono essere utili nei progetti di cambiamento di tutti i giorni. Attraverso alcune best practices capiremo come il project management affronta il cambiamento soprattutto considerando le persone.

Il responsabile del progetto oltre ad avere spiccate qualità di leadershp efficace e di teambuilding si trova in un processo di cambiamento a negoziare l’impiego e l’assegnazione delle risorse necessarie a rispettare il programma temporale di progetto.

Quali sono le competenze che deve avere?

E quali sono le variabili che concorrono ai costi e ai benefici? La business case è ben definita? I portatori di interesse sono ben monitorati?

La fase di coinvolgimento all’inizio è ben definita?

Capire come allineare l’azienda a tutto quelle che devo seguire è fondamentali soprattutto cercando di capire quali rischi possono nascere nasce e come si possono sostenere nel tempo: tutto questo fa aprire altre porte che ci possono fare riflettere su quale sia il giusto approccio, anche individuale e personale, al tema.

Ossia quali sono alcune best practice?

Una è sicuramente il project Cycle Management nato in ambito Europeo, come il quadro logico e l’albero dei problemi e degli obiettivi.

L’altra la vedremo all’interno del corso.

Il configuratore di progetto è un altro asset, che mi misura il progetto e le variabili aggregate e una risorsa fondamentale per tutte le parti in causa e diventa il punto di sintesi di tante cose.

Tutto si può misurare ed alcuni KPI si possono definire

Quali sono allora gli elementi e le possibilità  ulteriori che possiamo mettere in atto in azienda e nel quotidiano per gestire il cambiamento con il project management? La domanda iniziale sulle competenze potrebbe quindi cambiare in una risposta semplice: adottare prassi e checklist partecipate e condivise che ci permettono non solo di pianificare ma di controllare il progetto ed il cambiamento n ogni momento.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Marco Re.
Ingegnere delle tecnologie industriali, esperto di project management e business development a livello internazionale, è consulente e formatore su tematiche avanzate di project management e organizzazione dei processi aziendali. E’ PRINCE2 Registered Practitioner certificato presso University of Glamorgan (UK). Ha partecipato allo sviluppo di alcune start-up d’impresa in ambito tecnologico e collabora in operazioni di venture capital e private equity, svolgendo interventi di supporto alla definizione di processi aziendali e di business plan. E’ partner  econsultant.

Durata: 60 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

SVILUPPO E GESTIONE DELLA QUALITÀ IN AZIENDA
di Gian Carlo Manzoni – Federico De Angelis
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: gestione della produzione, housekeeping, gestione della sicurezza, coaching e counseling, savings ed efficienza interna
Scopri di più

Gestione del tempo

Il modo con cui spesso si conduce la vita personale e professionale non permette e/o non consente una corretta gestione del tempo: o se ne ha sempre poco o non se ne ha mai a sufficienza.

Questo dipende da diversi fattori: lo stile di vita personale, la mancanza di flessibilità, l’evoluzione tecnologica, la non conoscenza degli strumenti per ottenere una comunicazione efficace, il fatto che si corre sempre… ecc.

Gli stili di vita contemporanei

Conoscere parte delle leve che ci possono condizionare e/o aiutare nel gestire meglio il nostro tempo, permettendoci di concentrarsi sul presente, può essere una delle soluzioni per sostenerci durante la nostra vita professionale e personale.

La consapevolezza, si dice, è già il primo passo: i consigli di questa pillola di formazione possono essere strumenti di grande efficacia, se dalla comprensione si passa all’azione e, quindi, al mettere a frutto le capacità di gestire sempre al meglio il tempo che abbiamo a disposizione.

 

Informazioni sul Webinar

Docenti:
Raffaele Malorgio. Laurea in Sociologia. E’ professore di Sociologia Generale presso l’Università degli Studi di Milano. Con esperienza in aziende ospedaliere, è esperto di comunicazione assertiva e non verbale, ascolto attivo, mobbing e disagio lavorativo, autostima, con particolare attenzione alle problematiche socio-organizzative e di cambiamento in ambito aziendale, sanitario e ospedaliero. E’ coautore del volume “Relazione e Comunicazione efficace”, edizioni FAG.

Durata: 95 minuti
Prezzo: € 69.00 Iva Inclusa
Il 15% del prezzo del Webinar sarà donato alla fondazione Onlus Mission Bambini o all’OFS Italia

 

APPROFONDIMENTO – Collana Editoriale Econsultant

POTENZIARE LA PROPRIA PROFESSIONALITÀ
di Gian Carlo Manzoni – Loris De Martin
Editore EDIZIONI FAG MILANO
Caratteristiche 208 pag – 14×21 bn
Anno di edizione 2007
Numero dell’edizione 1
Argomento: counseling, coaching, empowerment, sviluppo professionale, marketing di sè stessi, networking
Scopri di più